banner new forum banner new WEBCHANNEL banner new STORIA banner new curva

Parlare di questo giocatore è come un ritorno al passato e che molti ricorderanno con piacere e ammirazione, il fiuto della rete era innato nel proprio carattere calcistico e le difese lo temevano.  Dalle prime volte che calciò per la Chieti, gli sportivi gli coniarono il vezzeggiativo di “formaggino” perché, come mi dice anche Gino Di Tizio, era non molto alto, effervescente, svelto di piede e sgusciante ed aveva un gran tiro al volo che era la sua specialità, insomma sfuggiva alla caccia dei difensori. Non lo conoscevo di persona ma qualche anno fa gli feci quasi un’intervista telefonica. Anzi ce ne furono parecchie, perché era interessato alle vicende della squadra che doveva approdare ai play-off per la serie D. Andava ancora allo stadio e ringraziava tutti gli sportivi della città che lo ricordavano. Dopo questi approcci ci siamo sentiti ancora anche per correggermi alcune imperfezioni sulla sua scheda da giocatore, poi scrissi un articolo sulle sue esperienze calcistiche abbastanza sintetiche. Appena dopo telefonai a Frati, compagno di squadra. Si sentivano ogni tanto e ho potuto constatare che la loro amicizia acquisita insieme nel Chieticalcio, era rimasta.

Le vicende calcistiche di Armando Esposito sono sempre legate, oltre che episodi delle varie partite, principalmente per la sua posizione come cannoniere sempre al secondo posto nella classifica generale e che nessuno ancora lo ha superato.

Il primo dopoguerra era già passato lasciandoci alle spalle un Rota con 70 reti (6 campionati) per cedere lo scettro di marcatore a Pietrangeli, Fichera, Borromeo, Farina fino al 1950 in cui si affaccia alla ribalta un giocatore proveniente dal Tolentino, ala sinistra pura che già al primo campionato segnò ben 16 reti, si chiamava Esposito Armando. L’Italia in piena ricostruzione, era un fervore di opere e di entusiasmo che poi si rifletteva anche sullo sport preferito che, per il momento, era il calcio. Il periodo era adeguato alle stracittadine cosiddette, perché molte squadre abruzzesi si erano raggruppate, ovvero era state assemblate, in serie uniche specie con il Pescara.

Nel periodo 1950-55, il Chieti si trovava insieme alle altre abruzzesi così:

1950: Promozione: Avezzano, CHIETI, L’Aquila, Lanciano, Pescara, Rosetana, Sulmona, Teramo, Vastese.

1951: Serie C: CHIETI, Interregionale/IV^Serie: Avezzano, L’Aquila, Pescara, Sulmona, Vastese.

1952: Interregionale/IV^Serie: Chieti, Pescara, Campobasso.

1953: Interregionale/IV^Serie: Campobasso, Chieti, L’Aquila, Pescara, Sulmona.

1954: Interregionale/IV^Serie: Campobasso, Chieti, Giulianova, L’Aquila, Pescara.

1955: Interregionale/IV^Serie: Pescara, Chieti, Teramo, Giulianova, L’Aquila, Campobasso, Teramo

 

Dal 1950 al 1954-55, ha giocato ben 150 partite e con le sue 69 reti (5 campionati) complessive rimane saldamente al posto d’onore nella classifica generale dei marcatori nero verdi e, per la verità, non vedo chi potrebbe arrivare a tanto. Nel periodo con il Chieti, esattamente nel 1952-53 nasce il girone unico di Serie C ed è istituito il campionato di IV^Serie Interregionale che si chiamerà nel 1959-60 Serie D. Da questa nuova istituzione, comprensiva anche della precedente Promozione Interregionale, è stata compilata una classifica fino ai giorni nostri dei cannonieri, dove Esposito rimane sempre al comando con 59 reti. Quindi cannoniere di razza cheoggi chiamano anche bomber.

Nel 1952-53 Esposito segnò 20 reti in IV^Serie e sorpassò il marcatore della Serie B che era Zian (Fanfulla) e quasi uguagliò il marcatore dell’unica Serie C che era Tortul 21r (Arsenaltaranto) e poi Bertoni 20 reti (Sanremese).

Le reti, quasi tutte di ottima fattura, sono state anche decisive ma le più importanti, a mio giudizio, sono state quelle con il Bari (nei due incontri) e quello contro il Cagliari, che si era presentato come candidato alla vittoria.

L’avventura con il “Milan del Sud” è stata affascinante per il tifoso ma principalmente per la squadra che, sicuramente, non sarà dimenticata  dagli sportivi che allora, ancor giovani, la seguivano.

Il ruolino del giocatore con tutti passaggi: acquistato dalla Tolentino dove poi ritornò dopo i campionati con il Chieti.

ESPOSITO ARMANDO (Giulianova, 13/6/1924),

1945/46 Giulianova C,   1946/47 Giulianova C,    1947/48 Giulianova C,   

1949/50 Tolentino Prom,   1950-51, Promoz./L, CHIETI(32pr,14r). (1°)  

1951-52, Sr C/C, CHIETI(31,10). (10°)    1952-53, 4^ Sr/G/F CHIETI(30,20). (9°).       1953-54, 4^ Sr/G/F CHIETI(25,7). (10°).   1954-55, 4^ Serie/G CHIETI(32,18). (5°). 1955/56,Tolentino Promozione,  1955/56 Torres IV (24/0), (5°)      1956/57 Torres IV (15/4) . (12°). 

 

Negli anni settanta il nostro  Rocco Di Tizio, compilò una classifica del cannonieri a quella data, noi ve la sottoponiamo (da elle Sport, periodico sportivo del 6 novembre 1977):

ROTA 70, ESPOSITO 69, FICHERA 44, RIZZOLI(ufficiali) 32, ASCATIGNO 31, ORAZI LUIGI 31,

PERUZZI 30, BERARDI 29, TORMENE 29, CAVICCHIA 26, PIETRANGELI  25, ORAZI FELICIANO 26,

Andiamo a controllare la situazione a tutt’oggi, naturalmente per le prime posizioni, con l’asterisco giocatori che non c’erano nella classifica precedente (tra parentesi, i campionati giocati)

ROTA  (6); 70,  ESPOSITO   ARMANDO (5); 69, SGHERRI (6); 56,(*), BERARDI (9); 53,

FICHERA (3); 44, FIASCHI (5); 35, (*), BAGLIERI (4); 34,(*), ROSA (4), 33, (*),  GENOVASI (3); 32, (*),  RIZZOLI (5) 32, ORAZI LUIGI (5); 31,PERUZZI; 30, (*),

 

Alcune reti

STAGIONE 1950-51Prima promozione  in Serie C.  (Torneo 18 squa).Promozione/L. Classifica: 1°posto p. 50, 2°Pescara p. 49.(prima retrocessa all’ultimo posto e poi riabilitata e quindi promossa). Presidente: Arrigo Chiavegatti, dopo Albertazzi nominato Commissario Straordinario.Allenatore:Umberto De Angelis. Cannoniere:Armando Esposito(14 r)(32p) poi Di Giusto Franco (10r) (32p),

La squadra stava per terminare positivamente la marcia d’avvicinamento per la serie C. Verso la fine del Torneo, il Chieti é retrocesso all’ultimo posto per una controversa corruzione. Dopo il pari a Pescara, il vantaggio dei neroverdi era di un punto e dopo la vittoria  casalinga sul Vasto per 5-0 era virtualmente promossa. Il 22 giugno gli organi federali attribuiscono ai teatini la vittoria del Torneo al 2°posto il Pescara.

16^And. Chieti-PESCARA 1-1 reti: Esposito (C), Pupillo (P), Mezza delusione dei neroverdi.     

8^Rit.  LANCIANO-CHIETI 1-2 reti:  Esposito,2 (C), Baldi (L).  I neroverdi teatini riscattarono la sconfitta all’andata vincendo con l’identico punteggio.    

17^Rit. CHIETI-VASTESE  5-0. Malinverni(2), Pollastri, Di Giulio (V).autoreti(2). Con questa vittoria il CHIETI era virtualmente vincitore del  torneo  e non si aspettava che la decisione degli organi federali.  

STAGIONE 1951-521°Campionato di ritorno in Serie C. (Torneo 18 squa). Serie C/C (incluso nella 4^Serie).Classifica: 11°posto p. 31 con Pontedera, 1°Cagliari  p. 52 - Presidente: Arrigo Chiavegatti.Allenatori: Walter Crociani e Umberto De Angelis, poi Rossini, poi Vittorio Dagianti.   Cannoniere:Roccasecca (16 r) (28p),  Silvio Malinverni  (13r) (33p), Esposito(10r) (31p).

Si ritorna in Serie C ma nel girone c’è una squadra che si erge su tutti: il Cagliari. Torneo importante perché le prime sei vanno in Serie C. Il CHIETI parteciperà alla 4^Serie. Per il torneo, la metamorfosi della squadra tra la prima e seconda  parte fu attribuita alla diversità d’opinioni sulle questioni tecniche tra i due tecnici Crociani e De Angelis.

2^And .Chinotto Neri-CHIETI  2-2. reti: Stentelli (CN),Malaspina (CN), Ragazzini e Esposito (C). 

8^ And ..CHIETI-Cagliari(All. Federico Allasco) 2-5 reti: Gennari e Seroni (CA),Roccasecca (C), Gennari e Golin(CA), Esposito (C),Avedano (CA)  (cambio allenatore,esonerati Crociani-De Angelis,viene Rossini e dopo Dagianti). Il Cagliari era stato formato per il ritorno in Serie B e sul campo della Civitella dimostrò tutto il suo potenziale e valore. Dopo i gol di Gennari e Seroni, venne la rete di Roccasecca che accorciò le distanze.Poi il Cagliari accelerò con i gol di Gennari su rigore e di Golin. Esposito segnò la seconda rete per il CHIETI, ma il Cagliari con la segnatura della quinta rete mise fine all’incontro.

13^ And .Macerata-CHIETI  0-2 reti: Fichera,Esposito. 

Squadra: Pazzi, Berti,Magrelli, Frati,Gambini(Micolucci), Ferraro, Ragazzini, Malinverni S.,  Roccasecca(Dagianti),Taccola, Esposito. Poi: Menozzi(P), Fichera, Vittori,Di Giusto,

STAGIONE 1952-53Nasce il Girone unico di Serie C.  (Torneo 16 squa). 4^Serie/ M).

Classifica: 9°posto  p. 31, 1°Colleferro p. 37- Presidente: Arrigo Chiavegatti. Allenatori: Carminati, poi Scaramella, poi Elpidio Coppa.  Cannoniere: Armando Esposito (20 r) (30p),  Taccola (8r) (26p).

Il CHIETI conduce un buon campionato e si specializza in pochi pareggi, solo 3.Spiccano le vittorie a Bari per 2-0 e in casa sulla vincitrice(Colleferro) per 4-1.

4^And.CHIETI-Frosinone 3-2, reti: Bianchi (F), Quercia (F), Esposito (C), Porciani,2(C).

14^And.CHIETI-Bari  (4 gennaio 1953)  1-2 Esposito (C),Gaeta e Cancellieri (B).Incontro di cartello alla Civitella con il Bari, per la prima volta. Esposito segnò per prima ma poco dopo i baresi andarono in vantaggio con Gaeta e Cancellieri.

1^Rit..CHIETI-Colleferro  4-1 reti: Bozzato (CO), Esposito, Porciani, Monetti  e Porciani (C). Grande partita dei neroverdi che inflissero alla squadra che poi vincerà il torneo, una sconfitta pesante. Segnò prima il Colleferro ma dopo il pareggio di Esposito il CHIETI segnò ancora con Porciani(due volte) e Monetti.

7^Rit.CHIETI-Caserta 3-1 Taccola (C), Esposito (C), Porciani (C).

11^Rit.CHIETI-Terracina  3-2 reti: Esposito (C), Frati (C), Albergati (C), Maiero (T), Prenna (T).  

14^Rit .Bari-CHIETI  0-2 reti: Esposito(2) (1R). Giocatori del Bari:  Achilli (6 reti), Benetti(1 rete), Bonaretti, Brandolin (2 reti), Brenco (1 rete),Cancellieri (2 reti), Ceni, Chiricallo I, Chiricallo II (5 reti), Cingolani, Citarelli, Filiput (7 reti), Gaeta (2 reti), Giovannini(2 reti), Maccagni(1 rete), Medici, Riccini, Vanz, Venezia, Voros (8 reti). La squadra abruzzese si rifece della sconfitta interna nel girone di andata. Le reti segnate da Esposito, di cui una su rigore, scatenarono le ire del pubblico, per cui l’arbitro Natalin di Brescia verso la fine della partita sospese l’incontro. La vittoria poi  venne sanzionata a tavolino.

Squadra: Di Pietro, Berti, Frati, Ferraro, Micolucci, Monetti, (Di Luzio G.), Cassinelli(Conti), Pierdicca,(Mottola), Taccola,Porciani, Esposito. Poi: Menozzi(P), Albergati, Pizzirani, Iecco,

STAGIONE 1953-54 - (Torneo 16 squa). 4^Serie/ F.

Classifica: 10°posto p.28, 1°Colleferro p. 45.Presidente: Giuseppe Taralli.   Allenatori: Elpidio Coppa, poi dopo amichevoli Gastone Boni.   Cannoniere: Armando Esposito (7 r) (25p), Salvatore Tonino (6) (28).

Ci ritroviamo ancora il Colleferro (non passò ai preliminari per la Serie C) che ci inflisse, giocando sul proprio terreno, un 8-0 che fu una delle pagine più umilianti della storia del CHIETI. La sconfitta per 5-1 in casa con il Pescara fece scalpore.

10^And .CHIETI-Ascoli Piceno 3-1 reti:  Cuoghi (A), Esposito (C), Galli (C), Monetti (C) .La squadra ascolana andò in vantaggio per prima ma i neroverdi segnarono poi tre gol vincendo nettamente l’incontro.    

9^Rit CHIETI-Senigallia 3-0 reti: Esposito,  Duman, Frati.     

11^Rit .CHIETI-S.Lorenzo Artiglio 3-0 reti:Reddi, Galli, Esposito.   

14^Rit .Sora-CHIETI  1-1 reti: Conticelli (S), Esposito (C).       

Squadra: Di Pietro(Cortigiano), Berti, Frati(Micolucci), Leonzio, Salvatore, Monetti,  Brugnoli(Alfieri), Galli , Reddi(Duman), Esposito. Poi:Mottola, Assi, Cianfarani, Di Virgilio, Giacomucci,

STAGIONE 1954-55

 (Torneo 18 squa). 4^Serie/G.Classifica: 5°posto p. 41, 1°Molfetta  p. 50- Allenatore: Vincenzo Marsico  Cannoniere: Armando Esposito(18 r) (32p),   Dino Tormene (12r) (29p).  

L’anno del “Milan del Sud” con una squadra affiatata e solida nei reparti. Un girone d’andata fantastico  con tutte le partite utili, solo  al 2° Ritorno cadde a Fermo per 1-0 e da allora ci fu un calo fisiologico. Finì con una sconfitta a Giulianova per 3-1 e un ottimo piazzamento.

6^And .CHIETI-CAMPOBASSO   4-2 reti: Renna,2 (CB), Tormene,2(C),Esposito(C), Buonpensiero (C).

8^And. Chieti-PESCARA  2-2 reti: Tontodonati (P), Malverti (P), Esposito e  Turbolente (C). Come tutti i derby con il Pescara, l’incontro fu emozionante fino alla fine. I pescaresi in vantaggio di due reti, furono raggiunti prima da Esposito(35’st) e poi da.Turbolente che segnò con un tiro da almeno 35-40 metri, sorprendendo il portiere pescarese.

Anzi Esposito non segnò, per poco alla fine,  per una pozza d’acqua nel terreno abbastanza pesante. A fine partita la grande esultanza dei tifosi chietini e la grande delusione dei rivali pescaresi.

15^Rit .CHIETI-Ascoli Piceno  2-0 reti: Esposito, Buonpensiero.    

Squadra: Di Pietro(Catania), Griffith, Turbolente (Berti), Monetti (Pierdicca),  Leonzio, Salvatore (Frati), Buonpensiero, Dotti, Tormene, Casisa, Esposito. Poi: Brugnoli, D’Egidio, Giacomucci,

Scritto  da Licio Esposito il 13 ottobre 2015

Nella locandina  l’entrata in campo, con il capitano Esposito A. nella partita 1952-53  Chieti-Pescara 1-0 (rete di Taccola)

Condividi
Pin It