banner new forum banner new WEBCHANNEL banner new STORIA banner new curva

 

di Franco Zappacosta

 

Il Direttore Italo Cucci ha festeggiato ieri il compleanno: 81 anni splendidamente portati. Lavora ancora intensamente, viaggia moltissimo (risiede a Pantelleria e dell'isola è cittadino onorario), i suoi commenti sono sempre apprezzati e tenuti in alta considerazione. In ambito sportivo è un vero "opinion leader". In questi giorni il Direttore ha anche un altro importante motivo di personale soddisfazione avendo vinto un'importante e difficile battaglia: nel periodo in cui infuriava la pandemia è stato uno dei pochissimi giornalisti a spingere per la ripresa del campionato. Sembrava una crociata impossibile e impopolare ed invece i fatti hanno finito col dargli ragione. Grazie anche alla determinazione di Gabriele Gravina, presidente della Federcalcio al quale oggi Cucci non risparmia gli elogi: "È stato bravo, bravo, bravo. Sono contento per lui e per il calcio italiano. Ha mostrato schiena dritta, coerenza, coraggio. Se pensiamo che anche la Francia oggi si chiede se non sia il caso di ricominciare dopo aver deciso con troppa fretta di porre fine alla stagione, ci rendiamo conto della portata del successo riscosso da Gravina". Al quale tu Direttore hai fornito un grande aiuto sostenendone la linea politica. "Ho portato avanti con convinzione una tesi: il calcio italiano correva il rischio di essere cancellato se si fosse fermato".
Direttore, tu conosci Chieti perché fai parte della Giuria del Premio Prisco, ed è per questo tuo legame con la città che vogliamo riferirti la grande rabbia dei tifosi neroverdi per l'ingiustizia che la Lega Nazionale Dilettanti ha concepito con la decisione di proporre al CF la retrocessione d'ufficio di 36 squadre dopo aver deliberato lo stop definitivo al campionato ad 8 giornate dalla naturale conclusione.
"Bisognava usare un po' più di cervello. Invece si è scelto un criterio che lascia spazio a molte recriminazioni. Le società coinvolte si sentono penalizzate e trattate ingiustamente. Inevitabili le polemiche e la coda dei ricorsi se il prossimo Consiglio Federale recepira' la proposta della Lega". Con 24 punti a disposizione erano parecchi i club che coltivavano la speranza di poter conquistare in volata la salvezza diretta oppure ottenere l'opportunità dei playout. "È questo che accende gli animi. Sibilia è un personaggio da prendere con le pinze, con lui è difficile ragionare ma non bisogna dimenticare che porta avanti una Lega fatta da migliaia di realtà. Io mi sono solo raccomandato affinché la serie A non faccia mancare il proprio sostegno al mondo dei Dilettanti che va verso un periodo di enormi difficoltà".
Grazie Direttore e buon compleanno. A proposito: il 31 maggio è nato anche Clint Eastwood. È un giorno di speciali combinazioni astrali: nascono i duri...

Condividi
Pin It