banner new forum banner new WEBCHANNEL banner new STORIA banner new curva

Ancora nessun comunicato ufficiale sui verdetti del campionato di serie D anche se, leggendo molte testate giornalistiche, la decisione sembra ormai presa e, se confermata, il Chieti perderebbe la categoria tornando dopo una sola stagione nel campionato di eccellenza.
Una decisione assurda che non possiamo in nessun modo accettare, perché per quanto disastroso sia stato il campionato dei neroverdi, a otto giornate dal termine della stagione e con ventiquattro punti ancora a disposizione, si poteva ancora centrare una salvezza magari non diretta ma attraverso i play out.
Epilogo, quanto richiesto dalla lega, assurdo che penalizzerà non solo le squadre di bassa classifica ma anche quelle che stavano lottando per la promozione che ora vedono sfumare sacrifici economici e meriti sportivi.
La stagione del Chieti è stata un disastro. Un campionato intero giocato in trasferta, un mercato di riparazione che non ha riparato nulla anzi ha peggiorato una rosa che avrebbe, con qualche tassello giusto, potuto salvarsi tranquillamente e magari puntare anche a posizioni di alta classifica. Uomini sbagliati buttati nella mischia all'ultimo minuto, scelte sbagliate e tanta troppa inesperienza nei ruoli strategici forse sciaguratamente sottovalutati della dirigenza.
Ma gli errori possono far parte del gioco e se si vuol continuare a giocare, ci auguriamo che questa società possa porre rimedio e ripartire dalle basi formando un gruppo solido con alle spalle anni di esperienza nel mondo del pallone.
Ci auguriamo, che il Dottor Trevisan abbia la voglia, il rispetto per i tifosi, la passione e soprattutto la rabbia per riprendersi la categoria combattendo prima negli uffici con tutte le forze o, nella peggiore delle ipotesi, riconquistarla sul campo dimenticando questa maledetta annata.
La Chieti sportiva aspetta.

La tribuna dello stadio Guido Angelini di Chieti.

Condividi
Pin It