banner new forum banner new WEBCHANNEL banner new STORIA banner new curva
(F.Z.) L'emorragia è stata arrestata. Dopo sei sconfitte consecutive il Chieti conquista un pareggio che se serve ben poco alla sua disastrosa situazione, consente di tirare un mezzo sospiro di sollievo. Anche perché non mancano al 2-2 di oggi connotazioni positive. Ci riferiamo alla capacità di rimontare due reti ad un Montegiorgio cui la tranquillità della posizione in classifica e la solidità della struttura consentivano di giocare in condizioni psicologiche ideali. La squadra marchigiana inoltre vantava la seconda miglior difesa del girone: 24 gol subiti (20 in meno del Chieti!) dietro al solo Matelica (17) e al pari del Campobasso.
Insomma sono tempi difficili e a qualcosa bisogna pur (disperatamente) aggrapparsi. Per esempio alle confortanti (per noi) parole del tecnico marchigiano Gabriele Baldassarri, pacato nei toni e misurato nei giudizi. "Il Chieti vive un momento difficile ma io sapevo benissimo che ci avrebbe creato problemi. Infatti ha disputato una partita che personalmente ho apprezzato. Ci hanno messo in difficoltà con i loro lanci lunghi da dietro e non siamo stati capaci di prendere adeguate contromisure. Il Chieti ha giocatori di qualità e tifosi eccezionali. Forse non potrà recuperare per la salvezza diretta ma sui playout non credo possano esserci dubbi".
Prosegue invece il silenzio stampa del Chieti. Peccato perché oggi Grandoni avrebbe fatto bene ad elogiare la squadra per il grande impegno espresso.
 
LE PAGELLE 
LICASTRO 6: restiamo ancor di più convinti che con un portiere over il Chieti oggi veleggerebbe in acque tranquille.
POLLETTA 6: qualche bel cross al culmine di efficaci spunti sulla fascia destra.
MEOLA 7: dispiace che un elemento del suo calibro sia stato sottratto al centrocampo. È l'anima del gruppo.
RICCI 6: prestazione macchiata da un altro fallo da rigore. Se frenasse l'irruenza avrebbe sempre voti alti visto che ci mette il cuore. E comunque è lui che riapre la partita.
BRATTELLI 6: il ragazzo sta crescendo. Maturo e tignoso.
ENERGE 6: molto attivo, ma poco concreto.
FAVO 6: buon avvio. Il suo dinamismo si riduce nel corso della ripresa.
MARANZINO 6: al debutto, convince per la capacità di calarsi subito nella parte. Mostra buona visione di gioco.
FRANCHI 6.5: uno dei migliori. Colpisce il palo dopo soli 3 minuti. Grande velocità, fosse anche concreto in fase conclusiva...
TRAINI 6.5: lotta per tutta la partita, anche in retrovia. Oggi un esempio di dedizione. Si procura e trasforma il rigore del pari.
SIVILLA 5.5: poco presente e poco motivato. Se manca il suo (atteso) apporto, sono guai.
GRANDONI 6: finalmente un (mezzo) sorriso al suo secondo ciclo.
Sono entrati nella ripresa BRUNO (bella la deviazione sul tiro di Alighieri), BACIGALUPO, SARRITZU, PALMISANO e VEDOVATO che proprio in chiusura ha difeso un pallone con una grinta che deve (dovrebbe) essere di esempio.

230logo serie d generico

 
Condividi
Pin It