banner new forum banner new WEBCHANNEL banner new STORIA banner new curva

 

di Franco Zappacosta


Sulla vergognosa situazione dello stadio Angelini il Chieti alza (giustamente) la voce.
La società neroverde ha diffuso in merito una dura nota. Ecco il testo:
"La SSD Chieti FC 1922 comunica che la partita Chieti-Recanatese in programma domenica 20 ottobre 2019 alle ore 15 valida per l'ottava giornata del campionato di serie D, sarà nuovamente disputata presso lo stadio "Mimmo Pavone e Alessandro Mariani" della Città di Pineto.
Vogliamo esprimere il nostro dispiacere per la situazione surreale che i nostri tifosi sono costretti a vivere a causa dell'indisponibilita' dello stadio Guido Angelini. Il disagio è totale sia per i tifosi sia per la società che deve affrontare difficoltà logistiche e organizzative di ogni genere.
Ringraziamo il "Gruppo 89 Mai Domi" e tutti i tifosi che con grande passione e presenza seguono costantemente la squadra, li ringraziamo per il loro sostegno e per tutti i sacrifici che fanno.
Invitiamo i nostri sostenitori a seguire in massa la squadra per continuare tutti insieme il nostro straordinario cammino".
Finalmente sulla questione-stadio c'è una presa di posizione netta e abrasiva. I lavori previsti (rifacimento del manto erboso e messa in sicurezza) hanno la copertura finanziaria (150 mila euro) dal maggio scorso eppure sino ad oggi le opere non risultano ancora appaltate. I passaggi burocratici (una lunga serie di adempimenti pur in presenza del modesto importo della spesa: ma questa è la burocrazia...) sono stati tutti espletati eppure il degrado in cui versa lo stadio Angelini rimane intatto. Anzi, va sempre peggio con il passare del tempo. Né il Comune può a proprio discarico ricordare di aver dato al Chieti la disponibilità dell'impianto di Sant'Anna, tra l'altro rimesso a lucido dalla società di tasca propria: era il minimo che l'Amministrazione potesse fare.
Il Chieti domenica sosterrà a Pineto la sua quarta partita "casalinga", il che è un comico ossimoro.
Noi pensiamo che il ritorno a casa non avverrà in tempi brevi visto l'andazzo. Con grave danno tecnico ed economico per il club neroverde. Fra pochi mesi lo stadio "Guido Angelini" compirà 50 anni (è stato inaugurato nel 1970): sarà davvero un compleanno triste.
Intanto il Chieti ha raggiunto la doppia cifra (10 punti) e continua ad occupare stabilmente la parte sinistra della classifica. Non male ricordando la situazione all'inizio di luglio quando partì l'avventura. Da non dimenticare che il
Montegiorgio finora aveva sempre vinto in casa (due su due). La nuova maglia a strisce neroverdi (molto bella) è stata onorata. Peccato per l'espulsione di Andrea Venneri a segno per la seconda volta (è il "capocannoniere" della squadra insieme con Federico Mazzolli). Speriamo che il
Giudice sportivo non calchi la mano. Perché arrivano due impegni terribili: la sfida contro la capolista Recanatese e il derby di Giulianova. Due trasferte complicate. Anzi, no. Contro la Recanatese si gioca in casa, a Pineto.

Condividi
Pin It