Stampa
Categoria: ultime notizie
Visite: 875
È stato pubblicato l'ennesimo comunicato della coppia Trevisan - Mergiotti, i quali forse pensano di intimorirci con quattro righe senza senso piene di ricatti, ma SI SBAGLIANO DI GROSSO! 
Le loro minacce non ci toccano, e dei loro ultimatum ce ne sbattiamo il cazzo. 
Il comunicato della "società", non solo è ridicolo e vergognoso, ma è anche scritto  evidentemente con la coscienza sporca di chi continua, vigliaccamente, ad accusare l'insoddisfazione della tifoseria del disimpegno societario semplicemente per mascherare le proprie colpe.
 
I signori Trevisan e Mergiotti dimenticano, che in tre anni non sono mai stati contestati, nonostante una retrocessione, e che, era logico e lecito da parte della tifoseria aspettarsi di più nell'anno del centenario. Proprio quando si doveva restare uniti per festeggiare questa speciale ricorrenza, ci ha pensato Mergiotti, senza alcun motivo, a provare ad addossarci le colpe del fallimento societario con vergognose dichiarazioni mai smentite dal suo patron, che le ha quindi avallate. 
 
A chi è preoccupato che senza questa "società" non c'è futuro per il Chieti calcio, invitiamo a dirci quali sono stati gli obiettivi raggiunti da questa dirigenza ed in cosa si sono particolarmente distinti, perché c'è stata solo totale mancanza di competenza, ambizione e programmazione. L'unica cosa in cui si sono dimostrati bravi è stata quella di farci retrocedere, per la prima volta nella nostra storia, dalla serie D all'eccellenza. Complimenti davvero. Questa è senza dubbio la peggiore "società" nella centenaria storia del Chieti Calcio, ed il loro disimpegno è solo una liberazione.
 
Nel comunicato che ha seguito questa fantomatica assemblea dei soci, di cui fanno parte solo Trevisan e Mergiotti, non hanno avuto nemmeno il coraggio di chiarire cosa fa parte e in cosa consiste il patrimonio della "società" che mettono in vendita, hanno inoltre omesso tante altre cose, come ad esempio cosa hanno intenzione di fare con i fondi appena intascati per la riqualificazione del campo Sant'Anna(?!?!?!), ed infine hanno dato degli ultimatum pretendendo e credendo di poter imbastire una trattativa di vendita via pec. 
Neanche le basi hanno, e credono di poter farsi beffe di una intera città. Come già dimostrato questi due signori hanno parlato solo di ciò che interessa loro, continuando a gettare fango su chi è colpevole solo di amare incondizionatamente il Chieti. 
Speriamo che questo atto della "società", condito di minacce e ricatti, sia l'ultima vigliaccata che la premiata coppia Trevisan Mergiotti tende a questa città. 
 
Tutti devono capire che ci saremo sempre, che non ci interessano le categorie ma solo competenza, serietà e progetto. 
Questa tifoseria ha dimostrato, questa stagione più che mai, tutta la sua potenzialità e tutto il suo infinito amore per questi colori. 
Anche in terza categoria saremo lì a sostenere il Chieti, che sia ben chiaro a tutti!
Vogliamo invitare tutti ad aprire gli occhi perché stanno cercando di dividere la tifoseria e destabilizzare la città. É il momento di restare tutti uniti e di non cadere in tranelli subdoli e penosi. 
 
Le società passano ma noi restiamo sempre qua!

89 mai domi