Stampa
Categoria: ultime notizie
Visite: 100

 

 

Ha giocato con il Chieti agli inizi degli Anni 70, eppure, dopo tanto tempo, conserva verso la città e la squadra un profondissimo affetto. È anche costantemente presente su FB con considerazioni mai banali sul calcio e non solo. Una bella persona la cui amicizia ci onora. Oggi Agostino Flaborea compie 72 anni, è nato Fossalta di Portogruaro (VE) il 7 aprile 1949. Con il Chieti ha giocato nel 1970/71 (34 presenze) e per un breve tratto nel 1971/72 (3 presenze) quando la scomparsa del padre lo costrinse a riavvicinarsi a casa non senza grandi resistenze da parte del presidente Guido Angelini che non voleva privarsi del suo talento.

Per comprendere quali sentimenti abbia Agostino verso la città di Chieti e la squadra neroverde abbiamo estratto alcune frasi fra le tante che arricchiscono sempre i suoi apprezzati interventi.

"L'unico rammarico della mia esperienza calcistica a Chieti è non aver.giocato alla Civitella. Senza dubbio la vera storia del calcio teatino è racchiusa nell'anfiteatro che si chiama Civitella, nessun campo avrà il suo fascino".

"Si mangiava al Ristorante da Filippo sopra l'Upim serviti impeccabilmente dal cameriere Sergio".

(dopo l'ultimo fallimento del club) "Vedere il Chieti in questo stato mi rattrista. Mi viene in mente il periodo del mitico presidente Angelini e ripenso ai derby con il Pescara, allora mi viene un nodo in gola".

"Per il calcio ho abitato in molte grandi città: Milano, Varese, Napoli, Venezia, Udine ma quella più piccola è quella che mi è rimasta nel cuore. I love Chieti".

"Quando vestire la maglia neroverde era un grande orgoglio".

"Caro Franco ho un grande rimpianto di Chieti, quello di averci vissuto poco perché l'ho amata subito. Ha qualcosa di speciale. Ho giocato a Venezia, forse la città più bella del mondo, ma le emozioni che mi ha dato Chieti sono indimenticabili".

"I colori neroverdi hanno segnato la mia carriera. Sono quelli del mio paese dove ho giocato da ragazzino, del Chieti e del Venezia".

Buon compleanno, caro Agostino.

 


1970/71. Garzelli Campagnola Rossetto Peressin Cavicchia Bacchi. In basso Calisti Lancioni Zanotti Flaborea Taddei

 

 


1971/72. Garzelli Peressin Campagnola Rossetto Bacchi Cavicchia. In basso Flaborea Calisti Marongiu Taddei Pinna

 

 


Grande amico del compianto Vanni Peressin. I due giocarono insieme con Savoia, Chieti e Udinese.
Eccoli in bianconero 74/75. Peressin è il terzo in alto da sinistra, Flaborea in basso al centro