Questa è una email di contatto dal sito http://www.tifochieti.com/ inviata da:
Giordano

Buongiorno,
questa è la settimana che precede  la sfida tra il Chieti fc 1922 e il River Chieti.
Sarebbe interessante in concomitanza con questa settimana ripercorrere la storia delle stracittadine che la Città di Chieti ha vissuto nel passato (credo molto remoto).
Una volta ho letto dell'esistenza (credo negli anni 30) di una seconda società con i colori granata chiamata Gloria Chieti.
Inoltre a quando è datata l'ultima stracittadina in una partita ufficiale .
Grazie per l'attenzione.

Caro sig. Giordano,

devo darle una delusione perché non c’è stata nessuna storia calcistica sulle stracittadine riguardante il Chieti calcio.

Nel 1925 fu fondata l’Unione Sportiva Gloria (colori rosso-azzurro). L’ultima e unica stracittadina in una partita ufficiale fu nel campionato quarta serie 1966-67 alla Civitella tra CHIETI-GLORIA CHIETI con l’andata il 2 ottobre 1966.

Troppo riduttiva questa risposta in quanto è necessario completare il cammino della GLORIA CHIETI, anche perché il CHIETI calcio attuale, malgrado varie peripezie e denominazioni societarie, è la continuazione della GLORIA CHIETI e non della PIPPO MASSANGIOLI che ha avuto un ruolo primario nella fondazione della Società e si può considerare anche discendente.

La sua introduzione mi sembrava molto sicura della storia delle stracittadine. Certamente Lei parla di un passato molto remoto. Non vorrei che nel periodo appena post dopoguerra, vi sono stati degli incontri nei tornei di carattere rionale o studenteschi, cui Lei si è riferito. Ma non hanno niente a che vedere con l’ufficialità degli incontri con la squadra titolare della città.

D’ Altronde numerose squadre cittadine giocano o hanno giocato in campionati cosidetti  ”minori” nell’arco degli anni ed è possibile, ma noi non ne abbiamo i dati, che si possono essere incontrate  nei  loro campi da gioco che sicuramente hanno visto giocare atleti  del Chieti scalo, Gloria Chieti, Nike Onarmo, Nagc River, S.Anna ed attualmente la River Chieti. Penso che il sig. Giordano abbia appunto accennato appunto a queste squadre. Ma non ci sono state le condizioni adatte per un incontro ufficiale con il Chieti calcio e le cosidette Stracittadine non possono avvenire.

E’ auspicabile parlare ed anche scrivere su queste squadre che sono in periferie e poco conosciute. E’ difficilissimo parlarne perché non ci sono notizie ufficiali e stabili. Infine la stracittadina s’intende incontro ufficiale di calcio tra la squadra della Città(legittima) ed un’altra squadra della stessa città  che partecipa a qualche Campionato. Non esistono amichevoli stracittadine, ma derby.

Attualmente la formazione che veste e rappresenta la città di Chieti è in Eccellenza Abruzzo ,(cioè V° livello) con possibili incontri stracittadine, con altri se giocheremo  ancora in una Serie inferiore  di livello (Promozione, 1^categoria). Ma noi non abbiamo la meta nell’andare avanti e cioè dove ci compete?

Allora questo con il RIVER non dovrebbe essere anch’esso il primo e l’ultimo incontro del l’attuale campionato Eccellenza anno 2017, come nel  1966?

Cordialità e saluti.

Licio  Esposito.

  1. Questo articolo è anche per il lettore Marrucinorum –rubrica Sport-Chieti Today (4 dicembre 2017). Che saluto cordialmente.

Intanto  andiamo con ordine: 

1966-67-Classifica 1966-67-IV^Serie-Gir. E

 Brindisi(-15) 57,  CHIETI 55, Civitanovese 49, Cezzi  Novoli 47, MartinaFranca 40, Liberty Bari 37, Bisceglie 36, Fermana 36, Melfi 33, GIULIANOVA 33, Portorecanati 33, Matera 30, CAMP.BASSO 28, AVEZZANO 27, Toma Maglie 23, GLORIA CH 20, San Crispino 18, Bernalda 10.

Vincitrice:  Brindisi-promosso il CHIETI.     Nessuna retrocessione.

Un comunicato della lega(9 settembre  1967) condannava il Brindisi di 15 punti di penalizzazione per un episodio di corruzione.Fu retrocesso alla 4^ posizione  ed il Chieti venne dichiarato vincitore del girone e promosso in serie C.

Era il 1922:Alcuni sportivi: Rocco Di Tizio, Nicola De Cesare, Francesco Maccione, Cerritelli ed Orletti poi Colalongo, Di Gregorio, Palumbo, Sprecacenere, fondarono la  “R.I.I.S”(blusette blu), nell’ambito della Scuola(poi Istituto) Industriale con presidente il figlio dell’Ing. Ripandelli, Direttore della Scuola, DS  Guido Ottaviano. Di conseguenza , Testa dell’Istituto Commerciale  formò  la “NOVELLI” (magliette rosso-nere). Nello stesso tempo esisteva a Chieti  lo Sport Club Chieti  che vari sportivi come: Carlo Massangioli, Giustino Paparella, Vito Leonr Terracina, fratelli Scocco,  Nicola Artese,  decisero di formare a Chieti una Società per il nascente calcio.Si riunirono la RIIS, NOVELLI e lo SPORT CLUB CHIETI e venne fondata  la  UNIONE  SPORTIVA  CHIETI con presidente Carlo Massangioli, Direttore Sportivo Giustino Paparella, colori sociali nero-verde.

1923: molti incontri amichevoli con squadre come Calciatori Pratolani, Torrese di Torre de’Passeri, Virtus di LancianoAternum Pescara, Ursus  Castellammare Adriatica. Nella Regione non vi era ancora un campionato ufficiale.

1925 (capitolo Gloria): Si stava pensando ad una nuova società sportiva che poteva interessare di vari sport e del calcio.

Rocco Di Tizio, Giuseppe Zulli, Giovanni Esposito, Pasquale D’Angelo, Ettore leccese, Ferino Carosella fondarono  l’UNIONE  SPORTIVA  GLORIA (colori rosso azzurro).

Presidente Ferino Carosella; Direttore Sportivo Rocco Di Tizio, cassiere Ettore Leccese, consiglieri Zulli, D’Angelo, Esposito. L’Attività era il calcio poi l’atletica leggera, ciclismo. Nel calcio nel 1926 ci fu la partecipazione  alla”Coppa Guido Gentile”, dopo due anni di stasi  nel 1929 ci fu un risveglio e si disputarono circa 21 partite amichevoli, tra le quali Sulmona, Rappresentativa carabinieri, Ursus di Pescara, Orsogna, Sulmona, Termoli. Continuarono le amichevoli nel 1930-31  e giocarono a Teramo, Raiano, Pescara, Guardiagrele, Roseto, Silvi, Montesilvano, Atessa Francavilla al mare, Campobasso.

L’11 ottobre 1931 incontro Campobasso- GLORIA 0-0. La squadra: D’Urbano, Santarelli, Della Valle, Valenti, Ritelli, Mancinelli, Guastameroli, Prosperi, Piselli, Roccioletti 2°, Tucci.

Autunno 1931 Non rinnovando la Massangioli la sua iscrizione alla F.I.G.C., la GLORIA si iscrisse al Campionato di 2° Divisione d’Abruzzo nel 1931-32.

L’US GLORIA rinnovò la società e Presidente venne nominato il dott. Zecca, Direttore Sportivo Eusebi, VicePresidente Ferino Carosella,ViceDirettore sportivo Rocco Di Tizio.

Inizio 31 gennaio 1932 con SS ABRUZZO Pescara sul terreno del Rampigna. La squadra teatina perse per 1-0. La formazione:D’Urbano, Santarelli, Della Valle, Valente, Roccioletti 2°, Mancinelli, Somaschini, Tucci, Prosperi, Faiazza, Potenza.

Comunque la classifica di quel campionato 1931-32 fu:

ABRUZZO PESCARA P. 16; L’AQUILA p. 12; GLORIA CHIETI p. 12; MARSICA AVEZZANO  p. 7.

Nell’anno successivo 1932-33,  l’UNIONE  SPORTIVA  GLORIA cambiò  perché l’allora Segretario federale  del PNF  dott. Nucci, prese la decisione di cambiare nome  in SOCIETA’  SPORTIVA  CHIETI

1925 Primo Campionato ufficiale in Abruzzo chiamato”di qualificazione”. La Massangioli vince  il campionato  imbattuta.

1926 Campionato Abruzzese di 2^ Divisione . 3° classificato

1926-27 Campionato 2^ Divisione Lega Sud –Girone A. 3° classificato

1927-28 Campionato 2^ Divisione  Lega Sud-Girone A

1928-29 Campionato Meridionale 1’ Divisione –Girone B. Primo classificato con Foggia.

1929-30  La Massangioli non disputò nessun Campionato.

1930-31 Campionato di 2^ Divisione,Laziale-Abruzzese-Sardo. A fine campionato la P.Massangioli decise il ritiro (dopo essere stata presa  in cura dal Gruppo Universitario Fascista)

1930-31 Campionato 2° Divisione  Abruzzo.Dopo la scomparsa della Massangioli Partecipò al suo posto la GLORIA CHIETI.

1932-33: La GLORIA CHIETI cambia denominazione e si chiamerà  SOCIETA’ SPORTIVA  CHIETI:

ULTIMA e unica partita stracittadina a CHIETI stadio Civitella.

 2^Gior. (2 ottobre1966) GLORIA  CHIETI-CHIETI 0-1, reti: Ascatigno.

Andata 2^Gior. GLORIA  CHIETI-CHIETI  0-1           Marcatore: Ascatigno Ferdinando al 40’ del s.t.

CHIETI: Gridelli, Pozzi, Savini, Sgorbissa, Montanaro, Martella, Delle Fratte, Martegiani, Ascatigno F., Pezzotti, Spinelli. Allenatore Castignani.

GLORIA  CHIETI: Di Censo, Iacobucci, Supino, Gianni, Grombone, Bernardi, Scurti, Barone, Medoro, Conio, Rubinato. Allenatore Spada.       ARBITRO: Lattanzi di Roma.

E’ stato un derby veramente effervescente e l’attesa di tutti gli sportivi teatini non è andata delusa. Gli allenatori delle due compagini cittadine devono risolvere ancora i loro problemi, poi il CHIETI punta alla promozione in Serie C quindi deve fare di tutto per raggiungere l’obiettivo. Il CHIETI però è sembrato molto nervoso prima che il centravanti segnasse l’unica rete della Giornata. Infatti, dopo la segnatura si é visto un po' di gioco da parte del CHIETI, ma non basta.Altri incontri anche più difficili attendono la compagine neroverde.Ci furono delle espulsioni della GLORIA(Medoro e Rubinato) e Savini del Chieti.

Ritorno (1967)-2^Gior. CHIETI-GLORIA CHIETI  2-0.   Marcatore: Ascatigno,2. Una su calcio di rigore.

Il Chieti vinse più agevolmente ma in seguito la GLORIA si fuse con la Nike Onarmo, costituendo un vivaio locale.La squadra fu affidata dapprima ad Ermete  Novelli e poi al  Guido Di Luzio. Due atleti che hanno fatto la storia del Chieti.

Gli animatori di questa società li ricordiamo: il dr. Fulvio Di Bernando, già sindaco della città, e Giovanni e Giuseppe Iacovoni.

 

 

 

Scritto  da   Licio  Esposito il  5   dicembre 2017

La locandina rappresenta la squadra della GLORIA CHIETI d’epoca.

Condividi
Pin It